Turnoverteam top bar



inserita il 28/03/2010 12.00
Tenuti al Trofeo Laigueglia Mountain Classic
Due stelline del Prestigio MTB 2010 portate a casa

Tenuti sulla scalinata di Laigueglia Lontana trasferta per Marco Tenuti, in quel di Laigueglia in provincia di Savona, per la 19esima edizione del Trofeo Laigueglia Mountain Classic. Obiettivo stagionale per Marco è quello di conseguire il brevetto del Prestigio MTB 2010, organizzato da MTB Magazine di Compagnia Editoriale e la gara di Laigueglia consente di portare a casa due stelline delle 21 necessarie per conseguire il brevetto del circuito, a differenza delle passate edizioni, dove bastava partecipare ad un numero minimo di gare.

Il lungo weekend ha previsto una pedalata in compagnia di Tomas Zandonà, del team Sant Luis Zen, sulle strade della Milano-Sanremo fino alla Cipressa per vedere i professionisti negli ultimi chilometri della classicissima di marzo, mentre la gara MTB scattava alle ore 10.00 di domenica 21 marzo.

L'edizione 2010 è caratterizzata da due anelli abbastanza simili. Il primo iniziava con quasi 10 km su asfalto, atti a sgranare il gruppo e a far sfilare gli amatori più forti, giusto dietro ai professionisti, grazie alla relativa difficoltà di Capo Mele. La gara vera sullo sterrato presentava un'andatura e un tracciato da puro cross country, con cambi di pendenza continui, un fondo abbastanza accidentato e talvolta pietroso, che non ha risparmiato sia i pneumatici da camera che i tubeless. Inoltre le discese erano decisamente tecniche, con cambi di direzione e scalini di una certa importanza. Senza dubbio suggestivi i panorami e le viste mozzafiato dall'alto sul Mar Ligure e finale di ognuno degli anelli con tanto di passaggio sul bagnasciuga del litorale sabbioso, cosa che non capita tutti i giorni nelle gran fondo. Degna di nota anche la ripida discesa nell'abitato di Laigueglia, dove una scalinata fatta da gradini distesi portava direttamente sulla statale Aurelia.

"Nonostante una doppia foratura, devo dire che lo slime verde messo dal Bosca ha funzionato egregiamente, consentendomi di continuare a pedalare senza perdere un secondo", commenta Marco, "mi è davvero andata bene lungo quei 2 km dove erano in tanti a trafficare col cacciagomma, per cercare di arrivare in fondo".

Il risultato di Laigueglia vede Marco arrivare 200esimo assoluto, a 53'42" da Mirko Celestino, vincitore assoluto, su 560 arrivati e più di 700 partenti.

Commenti a questo articolo

Inserisci il tuo commento:
Il tuo nome:
Il tuo indirizzo Email:
Scrivi qui il tuo commento:
Domanda contro le intrusioni:
Ecco la domanda
La tua risposta:
 


RSS News | copyright | privacy | Turnoverteam.it | credits