Turnoverteam top bar



inserita il 18/06/2011 12.00
Tappa estense del Prestigio MTB 2011
Tenuti e Formaggi portano a casa altre due stelle in una bella giornata sui Colli Euganei

Marcante nel castello di EsteDomenica scorsa, 12 giugno, a differenza di tutti gli amici veronesi che correvano nel soavese per la granfondo denominata Soave Bike - per Tenuti e Formaggi era in programma da tempo la trasferta estense del cammino Prestigioso 2011, la Atestina Superbike.

Ormai arrivati ad Este il colpo d'occhio è di avere di fronte delle enormi piramidi che spiccano dalla pianura veneta. Fanno quasi impressione alla sola vista e non fanno pensare a nulla di buono a quello che si troverà in gara. I Colli Euganei, visti da Padova, sembrano qualcosa di molto più mansueto e placido, ma quando li si vedono da sotto, il primo istinto sarebbe quello di prendere la bici o la macchina e di girarsi verso casa. Un altro pensiero che passa per la mente è più o meno del tipo: "Gli organizzatori non saranno così crudeli da farci andare sotto tutte le antenne che sovrastano ogni cocuzzolo, vero?".

I due atleti Turnover salgono in compagnia in fase di riscaldamento la prima salita verso Calaone, scambiandosi alcune opinioni sulle nostre rispettive esperienze e relative aspettative. Il clima ed il contesto della partenza è assolutamente eccellente: la via centrale della partenza è artisticamente molto bella, la musica è quasi a palla, lo speaker è di quelli giusti. Tre, due, uno, via: si parte e subito su a tutta per la salita verso Calaone.

Il Marcante nel castello di EsteLa gara non ha nulla da spartire con altre gare finora viste nel Prestigio 2011: niente di pedalabile o di scorrevole, dove un passistone può allungare ed andarsene via. Le salite sono tutte belle irte: spesso si tratta di muri su cemento o su sterrato con pendenze che vanno ben oltre il 20%. In tante situazioni non ci sono molte alternative, se non scendere dalla bici e spingere: anche chi non è dotato di doppia, col padellino è più o meno nelle stesse condizioni.

Il Muro del Pianto, la più blasonata difficoltà di giornata, se ne va senza particolari patemi, mentre è il Monte Cero a mandare in riserva la carica di energia di tanti. Per fortuna, l'arrivo non è lontanto e si entra volentieri sul ciotolato sopra le mura del Castello di Este, splendida cornice finale della gara.

La classifica TDS vede Tenuti primo dei due, col 231° piazzamento assoluto, 37° di M2, mentre Paolo Formaggi termina in 473° posizione assoluta su 748 arrivati. La vittoria assoluta va invece all'Elite Ramon Bianchi, da quest'anno in forza al team Full Dynamix di Marostica.

Il ristoro finale è assolutamente desiderato e sospirato: è praticamente una grande macedonia nella piazza centrale della città, con nettarine e banane a volontà e col melone già affettato a spicchi a farla da padrone.

Con queste due ulteriori stelle, il Marcante si attesta a quota 16 nel percorso del Prestigio MTB 2011, mentre Paolo si porta a 9. Tra due settimane scarse è la volta nientemeno che del Montello, ossia della Gunn Rita Marathon a Montebelluna, dove entrambi cercheranno di portare a casa 4 stelle pesanti a "fianco" dei big mondiali.

Commenti a questo articolo

Inserisci il tuo commento:
Il tuo nome:
Il tuo indirizzo Email:
Scrivi qui il tuo commento:
Domanda contro le intrusioni:
Ecco la domanda
La tua risposta:
 


RSS News | copyright | privacy | Turnoverteam.it | credits