Turnoverteam top bar



inserita il 13/06/2011 12.00
Grandi numeri alla Cunego
Ben 32 concorrenti del nostro team tagliano il traguardo

Domenica 5 giugno è andata in scena la più classica delle gare su strada, la Granfondo Damiano Cunego. Dichiarati quasi 4000 partenti al via - 3700 secondo le indicazioni date alla partenza - la procedura di partenza è abbastanza caotica nel tratto di trasferimento dal rettifilo di partenza a fianco dello Stadio Bentegodi verso via Montorio, dove era posizionato il tappeto del cronometraggio. Parecchi nostri compagni fanno i furbetti e si risparmiano questa formalità, mettendosi così davanti al gruppone dei tremila e passa.

La vera partenza avviene in Valpantena col percorrimento della superstrada a velocità da Giro d'Italia, dove la scia dei tremila e più è qualcosa di portentoso. Solo arrivati a Bellori, ognuno deve cominciare a mettere del proprio per salire in Lessinia e pertanto da lì in poi non c'è che da tenere duro, quanto meno fino a Passo Provalo, poco dopo l'abitato di Ronconi.

Solo in tre sul circuito della granfondo da 150 km e circa 3500 metri di dislivello: il nostro capitano Boscaini arriva 17° assoluto e 5° in classe M3. Le sue parole al ritorno a Quinto di Valpantena dopo aver attraversato il traguardo sono laconiche: "Io ce l'ho messa tutta, ma non c'è stato nulla da fare. Gli uomini del team Maggi vengono a razzolare tutto contro noi amatori e prendiamo i minuti, se non le decine. L'unica soddisfazione è stata quella che le gambe hanno cominciato ad ingranare solo a metà gara, quando ho rimontato posizione su posizione". Fabietto Falavaigna arriva 10 minuti dietro al Bosca, in 34° posizione assoluta. Completa gli arrivi nella granfondo Enrico Tommasi. Per loro tre le fatiche di giornata sono rappresentate dall'ascesa a Campofontana, salita lunga e abbastanza ripida, per chi ha già un bel po' di dislivello nelle gambe.

E' nel percorso della mediafondo, dichiarata di 98 km, che si mettono alla prova ben 30 concorrenti, senza dubbio un record di partecipazioni per la nostra squadra nel corso di quest'anno.

Primo dei nostri nella mediofondo è il Pasqui, che porta a casa il 39° posto assoluto. Ad una decina di minuti seguono l'ingegner Terragnoli, Luca Anselmi e Stefano Rancan. Poi el cartolar Nicola Squaranti, ad un minuto un "Darietto" Biasi, dove le virgolette sono d'obbligo. Sgranati dietro a qualche minuto, Stefano Laiti e Cristiano Betteghella, Davide Giardino e Alessio Scapin, Silvano Grazioli, Mauro Roncari e Massimiliano Buffon.

Poi arriva il trenino di Franceschino Signorini, per l'occasione diventato locomotore della Silvia Benedetti, prima delle nostre donne, in classifica risulta pure Remo Rossi, solo perché è arrivato in fondo il suo chip TDS.

Segue la ciuffa Laura Bogoni, a tutta nel tratto della superstrada ed in evidente crisi all'attacco della salita verso Ceredo. Dietro Corrado Andrioli, Marco Bellomi, Vittorio Pezzo e Gianpietro Lugo, tutti in pochissimi secondi.

Segue anche la Marta Maccacaro, Daniele e Giorgio Fenzi, Federico Maggiotto e i veterani Claudio e Adriano Masiero. Chiudono infine la nostra classifica del team Sandro Buffon, Silvano Gonzi e Alessandro Ferrais, che chiudono la loro impresa in circa 4 ore e mezza.

Commenti a questo articolo

Inserisci il tuo commento:
Il tuo nome:
Il tuo indirizzo Email:
Scrivi qui il tuo commento:
Domanda contro le intrusioni:
Ecco la domanda
La tua risposta:
 


RSS News | copyright | privacy | Turnoverteam.it | credits