Turnoverteam top bar



inserita il 06/06/2011 12.00
Vale una forma di Monte Veronese la Legend Turnover
Per Boscaini microfrattura al pollice, Orlandi terzo M2 sul percorso Classic

Bella forma di Monte Veronese alla Lessinia Legend per TurnoverFinisce col decimo posto di squadra e una bella forma di Monte Veronese la quindicesima edizione della Lessinia Legend targata Turnover.

Sui due percorsi disegnati dal nuovo staff di Lessinia Legend sono stati dieci i corridori della Valpantena a tagliare la linea del traguardo, 4 sul tracciato marathon di 72 chilometri, e sei sul classico di 42.

Erano dodici gli iscritti per il team, ma la sfortuna ha fermato Mauro Poggiali, vittima di un tamponamento al chilometro otto di gara che lo ha costretto al ritiro, mentre Francesco Signorini smontava dal turno di notte alle sei, quindi per lui partire da Velo alle dieci era assai dura. Sul lungo prova sfortunata per Simone Boscaini che cade poco prima del bivio per il marathon, procurandosi una micro-frattura al pollice ed uno stiramento muscolare al polso. Nonostante tutto decide di proseguire sul lungo, ma i dolori emersi in seguono lo fanno penare fin sotto all’arrivo, lo stesso Simone visto dolorante all’arrivo mi ha detto che guidare in salita, ma soprattutto in discesa con solo una mano buona è stato veramente tremendo.

Dopo Simone a distanza di un minuto uno dall’altro arrivano Nicola Bellamoli, Michele Pezzo e Marco Tenuti, che per lunghi tratti della corsa hanno viaggiato a vista uno dell’altro, scambiandosi alcune volte di posizione. Ai meno dieci dall’arrivo Michele pagava un distacco di 3 minuti e trenta su Marco, e di quasi sei su Nicola, solo da quel momento ha trovato il giusto colpo di pedale che gli ha visto recuperare qualcosa come trenta secondi al chilometro sui compagni di squadra, giudizio: meglio di Contador!

Percorso corto che vede primo fra i nostri, ventesimo assoluto e pure terzo di categoria il nostro Paolo Orlandi, che subito era partito per il marathon. Un cedimento della gomma anteriore lo costringe ha deviare sul corto, per lui l’arrivo con la gomma quasi a terra, saggia quindi la decisione di non proseguire e di incassare il buon piazzamento strappato fino a lì. A ruota di Paolo, Federico Campostrini che in due ore e quindici minuti anticipa Diego Anselmi al terzo posto dei Turnover. Arrivo del corto che vede piazzati nell’ordine Nicola Grigoletti, Thomas Ferrari e Francesco Baltieri.

Vi lascio con il commento alla corsa arrivatoci da Nicola Grigoletti, a lui la penna ed il calamaio: "Ciao Anonimo, cronaca della gara del trio Grigoletti, Poggiani, Ferrari... Poggiani all'ottavo km caduta per tamponamento e ritiro, l'è pien de gratoni... io cioè Grigoletti vengo buttato giù da un simpatico partecipante che manco si è fermato... Rottura cornetto sx leve freni da mettere a posto telaio e forcella rigati, stinco ginocchio e spalla doloranti, ma sono riuscito ad arrivare in fondo smadonnando un po', Ferrari foratura con pitstop risce ad arrivare".

Commenti a questo articolo

Inserisci il tuo commento:
Il tuo nome:
Il tuo indirizzo Email:
Scrivi qui il tuo commento:
Domanda contro le intrusioni:
Ecco la domanda
La tua risposta:
 


RSS News | copyright | privacy | Turnoverteam.it | credits